Scarpe senza donne

In occasione della Giornata Internazionale della Donna, sabato 7 marzo, la Biblioteca Civica G.Monticone parteciperà all’iniziativa canellese “Scarpe senza donne” contro il femminicidio, con letture tratte dal libro “Ferite a morte” di Serena Dandini. L’evento si terrà alle ore 16.30 in piazza Cavour a Canelli.

I brani tratti da “Ferite a morte”, letti in mezzo ad una distesa di scarpe rosse vuote, che rappresentano una marcia silenziosa di donne assenti, daranno voce alle vittime di recenti femminicidi, accaduti nei luoghi più vari. L’autrice, Serena Dandini, ispirandosi a storie vere si è chiesta: “E se le vittime potessero parlare? Volevo che fossero libere, almeno da morte, di raccontare la loro versione, nel tentativo di ridare luce e colore ai loro opachi fantasmi. Desideravo farle rinascere con la libertà della scrittura e trasformarle da corpi da vivisezionare in donne vere, con sentimenti e risentimenti, ma anche, se è possibile, con l’ironia, l’ingenuità e la forza sbiadite nei necrologi ufficiali…” (da “Ferite a morte”).

Venti donne di ogni età interpreteranno le vittime delle violenze. La voce fuori campo dell’attore Andrea Bosca concluderà l’interpretazione proposta dalla biblioteca civica G.Monticone.